Break the Fake: 2C maestri in bufale

Data: 14/05/2021

progetto eTwinning sulle fake news

Prosegue il progetto eTwinning "Break the Fake", cui partecipa la 2C della secondaria D'Acquisto. E’ stato pubblicato il video delle attività svolte nel mese di aprile dalle scuole partecipanti. Uno spazio è riservato anche alla classe del nostro istituto.

La 2C ha condotto un'attività coinvolgente, sotto la guida della prof. d'inglese Diana Rossato, con la collaborazione del prof. Fusco. Ai ragazzi è stato chiesto di scrivere delle fake news, con lo scopo di imparare a riconoscerle. L'esito del lavoro è stato un giornalino colmo di bufale, di qualità davvero eccelsa.

Un esempio? Il terrificante "Le lezioni continuano fino a fine agosto". Il bucolico "Un paese del bellunese ha abolito le auto". Lo sportivo "Paola Egonu abbandona la squadra". E poi coppie dello spettacolo che si lasciano, vaccini che non funzionano, nuovi animali scoperti dagli scienziati... e chi più ne ha più ne inventi.

Attenzione: la 2C non voleva diventare una centrale per la diffusione di disinformazione, semmai l’esatto contrario: sta drizzando le antenne per intercettare le notizie false che circolano sul web. In che modo? Imparando dal vivo come nascono e si diffondono le bufale. A questo scopo hanno anche girato un video, un'intervista al prof. Fusco, che ha svolto per più di due decenni la professione di giornalista, per chiedergli come intercettare le cattive notizie e in cosa consista la professione di chi informa sui media.

Nel file che segue, una sintesi dell'intervista.

Intervista Fusco